Appalti sotto soglia: la posizione del Consiglio di Stato sulle linee guida ANAC
Appalti sotto soglia: la posizione del Consiglio di Stato sulle linee guida ANAC

Appalti sotto soglia: la posizione del Consiglio di Stato sulle linee guida ANAC

Il Consiglio di Stato ha reso il parere sulle Linee guida dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (A.N.AC.) in materia di procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria.

Il parere della Commissione Speciale del 13 settembre 2016, n. 1903, interviene anche sugli appalti inferiori a 40.000, sottolineando come imporre uno stringente onere motivazionale finanche “in merito alla scelta della procedura seguita”, “potrebbe apparire non in linea con lo spirito della legge, oltre che, probabilmente, con i limiti imposti all’attività d’indirizzo esplicabile nel caso che ci occupa”.

I giudici di Palazzo Spada suggeriscono pertanto di scindere i due momenti, risevando alle stazioni appaltanti nel momento preventivo della determina a contrarre, e quindi della scelta della procedura, un onere motivazionale sintetico, mentre troverebbe spazio nella fase della scelta dell’aggiudicatario l’onere di dare dettagliata contezza del possesso da parte dell’operatore selezionato dei requisiti richiesti nella stessa determina a contrarre.

L’articolo I servizi legali nel nuovo Codice dei Contratti, a firma A Galbiati, è stato quindi aggiornato dando conto della posizione del Consiglio di Stato.

Fonte: www.studiospallino.it

Per maggiori informazioni clicca qui